Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per ricevere
la Parola nel cuore

· All’udienza generale il Papa parla dell’ascolto della sacra Scrittura nella messa ·

La «liturgia della Parola è una parte costitutiva» della messa «perché ci raduniamo proprio per ascoltare quello che Dio ha fatto e intende ancora fare per noi». È quanto ha evidenziato il Papa all’udienza generale di mercoledì 31 gennaio in piazza San Pietro.

Filomena Booth, «In the Beginning the Word»

Riprendendo le catechesi sull’importanza della celebrazione eucaristica, dopo aver approfondito i riti di introduzione, questa settimana il Pontefice si è soffermato sul «dialogo tra Dio e il suo popolo», come «esperienza che avviene “in diretta”». Da qui la necessità per i fedeli di ascoltare le letture con attenzione. Mentre purtroppo, ha fatto notare aggiungendo alcune considerazioni personali al testo preparato, molte «volte, mentre viene letta la Parola di Dio, si cominciano a fare dei commenti» che distraggono. «Perché se tu fai delle chiacchiere con la gente — ha chiarito — non ascolti».

Ecco allora che, ha raccomandato il Papa, «quando si legge la Parola di Dio nella Bibbia — la prima lettura, la seconda, il salmo responsoriale e il vangelo — dobbiamo ascoltare, aprire il cuore, perché è Dio stesso che ci parla e non pensare ad altre cose o parlare di altre cose».

In proposito Francesco ha anche rimarcato che sono “proibite” «l’omissione di letture o la loro sostituzione con testi non biblici. Ho sentito che qualcuno, se c’è una notizia, legge il giornale, perché è la notizia del giorno. No! La Parola di Dio è la Parola di Dio» e «sostituire quella Parola con altre cose impoverisce e compromette il dialogo tra Dio e il suo popolo in preghiera».

L’udienza generale

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE