Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Riad proposta come sede
dei colloqui sullo Yemen

· ​Razzi dei ribelli huthi sull’Arabia Saudita ·

Il presidente yemenita riconosciuto dalla comunità internazionale, Abd Rabbo Mansour Hadi, ha chiesto che i colloqui tra le parti in conflitto inizino a Riad, in Arabia Saudita, il prossimo 17 maggio.

Il re saudita Salman (a destra) con l’emiro del Qatar Al Thani (Afp)

Lo ha reso noto ieri il ministro degli Esteri del Qatar, Khalid Al Attiyah, al termine del vertice straordinario dei Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo persico. Hadi, ha affermato il capo della diplomazia di Doha, «spera che tutti accettino e si uniscano ai colleghi yemeniti che si trovano già a Riad per avviare il processo di dialogo».

Nei giorni scorsi si era a lungo parlato dell’inizio di una sessione di colloqui tra le forze in conflitto nello Yemen. L’Iran insiste tuttavia sul l’opportunità di organizzare le riunioni in una sede neutrale. L’Arabia Saudita è infatti alla guida della coalizione militare che nel marzo scorso ha iniziato i raid contro le posizioni degli insorti sciiti huthi e dei loro alleati, legati all’ex presidente yemenita, Ali Abdullah Saleh. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 aprile 2018

NOTIZIE CORRELATE