Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Quello Spirito
che va dove vuole

· ​Speranze e paradossi del dialogo fra cattolici e ortodossi ·

Papa Francesco durante l’ultima visita al Patriarca Bartolomeo ha nuovamente confermato la piena ecclesialità della Chiesa d’Oriente; di più, ha chiesto apertamente la benedizione personale del Patriarca per se medesimo, come per la Chiesa cattolica-romana. La benedizione non è un semplice gesto di benevolenza religiosa. È un atto impegnativo che presuppone che il benedicente e il benedetto si trovino nella stessa identità ecclesiale. Questa benedizione, però, manifesta ancora una volta il paradosso provocatorio della divisione, come se una Chiesa dicesse a un’altra: ti riconosco nel tuo battesimo che non si ripete, nella cresima, nel sacerdozio, nel matrimonio, ma non ti conosco nel mistero della fede, non accetto il tuo calice e non ti darò il mio. L’eucarestia è come circondata dalle mura delle proibizioni ecclesiali e della disciplina canonica e l’ospitalità eucaristica “privata” e a volte segreta non cambia nulla.


di Vladimir Zelinskij

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE