Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Quel che conta è il cuore

· ​Cuba è pronta ad accogliere Francesco ·

Per la Chiesa cubana è una grazia che tre Papi siano venuti a esercitare il loro ministero a Cuba e a lasciarci il loro magistero. Francesco verrà come “missionario della misericordia” a comunicarci la verità su Dio, sull’uomo, sulla Chiesa. 

Tutti noi abbiamo bisogno di sperimentare la misericordia di Dio. Abbiamo molte ferite da sanare, in tutti gli ambiti della vita, personali, sociali, familiari. Molte famiglie sono divise da tante cose, altre sono separate, chi nel Paese chi fuori, e a volte a dividerle sono i diversi modi di pensare. Noi cubani abbiamo davvero bisogno di sperimentare la misericordia, il perdono, la riconciliazione per costruire una patria che si fondi sulla giustizia e sulla fraternità. Dobbiamo sempre tener conto di quanti hanno meno, di quanti sono più vulnerabili nella nostra società.

di Dionisio García Ibáñez
Arcivescovo di Santiago de Cuba e presidente della Conferenza episcopale

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE