Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Quattro nuove sante
il prossimo 17 maggio

La seconda parte del Concistoro tenuto da Papa Francesco nella basilica Vaticana sabato mattina, 14 febbraio, è stata dedicata al voto sulle cause di canonizzazione di Giovanna Emilia de Villeneuve, Maria di Gesù Corcifisso Baouardy e Maria Alfonsina Ghattas.

Il Pontefice ha stabilito che le proclamerà sante domenica 17 maggio, insieme con la beata Maria Cristina dell’Immacolata Concezione (al secolo Adelaide Brando, Napoli 1856 - Casoria 1906) fondatrice della congregazione delle suore vittime espiatrici di Gesù Sacramentato, la cui canonizzazione era stata già decisa nel concistoro del 20 ottobre 2014, insieme a quella di Giuseppe Vaz, celebrata poi durante il viaggio in Sri Lanka, lo scorso 14 gennaio. Le quattro nuove sante sono tutte religiose: due sono della Terra santa, una è italiana e una francese.

È toccata al cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, la perorazione delle cause di canonizzazione. Salito sull’altare ha presentato in breve le biografie delle tre beate: Giovanna Emilia De Villeneuve, è nata a Toulouse, in Francia, il 9 marzo 1811, ed è morta di colera a Castres il 2 ottobre 1854. Fondatrice della congregazione delle Suore dell’Immacolata Concezione di Castres, è stata beatificata il 5 luglio 2009 da Benedetto XVI. Maria Alfonsina Danil Ghattas è nata a Gerusalemme il 4 ottobre 1843 ed è morta ad Ain Karem il 25 marzo 1927. Fondatrice della congregazione delle Suore del Santissimo Rosario di Gerusalemme, è stata beatificata il 22 novembre 2009 sempre da Papa Ratzinger. La carmelitana Maria di Gesù Crocifisso (Mariam Baouardy) è nata a Nararet, in Galilea, il 5 gennaio 1846 ed è morta a Betlemme 26 agosto 1878. È stata beatificata da Giovanni Paolo II il 13 novembre 1983.

Papa Francesco ha quindi espresso la Perpensio votorum de propositis Canonizationibus. «Voi, venerati fratelli, già per iscritto — ha detto in latino rivolgendosi ai cardinali e ai vescovi presenti — avete manifestato singolarmente il vostro pensiero e dichiarati gli stessi Beati come esempi di vita cristiana e di santità da proporre alla Chiesa intera, in considerazione soprattutto della situazione del nostro tempo».

Al termine il Pontefice ha deciso di iscrivere all’albo dei santi i nomi delle tre beate, aggiungendovi quello di Maria Cristina dell’Immacolata Concezione e rendendo noto che la data stabilita per la canonizzazione è domenica 17 maggio.

Infine il Papa ha impartito la benedizione apostolica ai presenti, prima che l’assemblea si sciogliesse al canto del «Salve, Regina».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

06 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE