Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Quanto è difficile
essere donna in Europa

· Rapporto sulle violenze fisiche, sessuali e psicologiche ·

Manifestazione contro la violenza sulle donne (Afp)

Bruxelles, 5. La violenza fisica, sessuale e psicologica contro le donne è una delle piaghe che affligge l’Europa. A confermarlo è il nuovo rapporto dell’agenzia europea per i diritti fondamentali, che ieri ha diffuso i primi risultati di un’indagine da cui emerge che 62 milioni di donne nell’Unione hanno subito violenza fin dall’età di 15 anni.

L’indagine — svolta su richiesta del Parlamento e del Consiglio Ue, e la cui presentazione ufficiale avviene oggi a Vienna — rivela che i Paesi dove si registra in generale più violenza sulle donne sono quelli del nord Europa: il primato negativo spetta infatti alla Danimarca col 52 per cento delle donne vittime di violenza, seguita da Finlandia (47 per cento), Svezia (46), e Olanda (45). Livelli più bassi si registrano in Polonia (19 per cento) in Austria (venti per cento) e in Croazia (21).

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE