Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Quando Pio XII aprì le porte delle Ville Pontificie

· Ricordato a Castel Gandolfo il settantesimo anniversario dello sbarco di Anzio ·

“Per non dimenticare”. La comunità delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo e l’amministrazione comunale della cittadina laziale si sono ritrovate insieme ieri pomeriggio, mercoledì 22 gennaio, per un momento commemorativo di alto valore simbolico e sociale. L’occasione è stata la ricorrenza del settantesimo anniversario dello sbarco alleato ad Anzio, decisivo per la fine della seconda guerra mondiale. Ma per i castellani è stato qualcosa di ben più profondo, che arriva sino alle radici di quel moto sincero del cuore che li unisce, in modo quasi viscerale, alle maestose Ville Pontificie e al loro ospite eccezionale, il Papa.

Nella chiesa parrocchiale di San Tommaso da Villanova — dove accanto all’altare era stato sistemato un grande ritratto di Pio XII — gli abitanti di Castel Gandolfo e quelli di Albano hanno reso grazie a Dio per la protezione che Papa Pacelli offrì alla popolazione, proprio in quei giorni drammatici, quando la guerra divenne più aspra e più cruenta. Il Pontefice fece aprire i portoni delle Ville e dette rifugio e ospitalità a migliaia di persone che cercavano scampo dagli orrori del conflitto.

Al termine della celebrazione, la cerimonia commemorativa si è trasferita all’interno del Palazzo Pontificio. Saverio Petrillo e il sindaco Monachesi hanno riproposto alcune pagine del volume I Papi in campagna scritto nel 1953 da Emilio Bonomelli — che fu direttore delle Ville Pontificie proprio negli anni della guerra. Ed è anche grazie a quelle pagine che si coglie la grandezza dell’opera svolta da Papa Pacelli in quegli anni difficili.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE