Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Quando irrompe la grazia

· Dinamiche della fede ·

La meta suprema della fede è la contemplazione, l’ascolto-adesione e l’adorazione che sbocciano dall’epifania della grazia divina. È ciò che esprime con una straordinaria intensità mistica una donna ebrea, Etty Hillesum, nata in Olanda nel 1914, destinata con tutta la famiglia a scomparire a 29 anni nel 1943 nelle camere a gas naziste di Auschwitz. 

Etty Hillesum e due pagine del suo diario

Lo scrive il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, aggiungendo che mei Diari che Hillesum compose sia prima sia durante l’orribile attesa della fine ci sono pagine emozionanti di spiritualità e di tenerezza. «Ieri sera, subito prima di andare a letto — scriveva nella fase previa all’arresto e nella cupa atmosfera degli ebrei braccati — mi sono trovata improvvisamente in ginocchio nel mezzo di questa grande stanza, tra le sedie di acciaio sulla stuoia chiara. Un gesto spontaneo: spinta a terra da qualcosa che era più forte di me».

Questo inginocchiarsi non è tanto una scelta devozionale, è il segno dell’irruzione della grazia che spinge dolcemente all’adorazione. È suggestivo che pochi anni prima la stessa cosa era accaduta a Simone Weil, durante un viaggio ad Assisi, nel 1937: «Qualcosa di più forte di me mi ha costretta, per la prima volta in vita mia, a inginocchiarmi». È il momento in cui Dio appare con un nitore e una presenza assolutamente unici. In quel giorno è importante non chiudere gli occhi e non resistere alla potenza di quell’illuminazione trascendente, generatrice di fede e di amore. Ecco perché entra ancora in causa la libertà umana alla quale dovremo in seguito dedicare uno spazio specifico nella sua dialettica con la grazia divina.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE