Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Pyongyang smantella il principale sito missilistico

· Ulteriore segnale da parte della Corea del Nord in vista della distensione con gli Stati Uniti ·

La Corea del Nord ha avviato oggi lo smantellamento della stazione di lancio di satelliti di Sohae, dal 2012 il principale centro missilistico di Pyongyang. Lo hanno annunciato analisti internazionali esaminando le foto satellitari della struttura, che i nordcoreani hanno sempre dichiarato essere soltanto una stazione di lancio di satelliti, nonostante i sospetti e le accuse degli statunitensi. Lo smantellamento costituisce «un importante primo passo» ha sottolineato Joseph S. Bermudez jr., uno degli analisti che hanno annunciato l’evento, spiegando che la base ha avuto un ruolo importante nello sviluppo del programma dei missili balistici intercontinentali.

Le immagini della distruzione del sito trasmesse su uno schermo a Seoul (Ap)

Gli esperti ritengono inoltre che le operazioni di smantellamento del sito per i test siano iniziate nelle scorse due settimane. La mossa quindi rappresenta «una significativa misura tesa alla costruzione della fiducia reciproca da parte della Corea del Nord» dopo il vertice del 12 giugno tra il presidente statunitense, Donald Trump, e il leader nordcoreano Kim Jong-un. Il presidente Trump proprio ieri si è detto «molto felice» dei progressi fatti finora. «Neanche un missile è stato lanciato dalla Corea del Nord in nove mesi e nessun test nucleare: il Giappone è felice, tutta l’Asia è felice» ha dichiarato il capo della Casa Bianca.
La chiusura di un importante centro missilistico era stato tra i punti elencati dal presidente Trump al termine del vertice con Kim Jong-un, il 12 giugno scorso a Singapore. Le operazioni di dismissione del sito sono state accolte da Seoul come un segnale positivo. «Ritengo che il Nord si stia muovendo gradualmente verso la denuclearizzazione» ha dichiarato Nam Gwan-pyo, dirigente dell’Ufficio di sicurezza nazionale sudcoreano in frasi riprese dall’agenzia di stampa Yonhap.

Di recente, quale ulteriore passo in direzione della distensione, funzionari statunitensi e nordcoreani si sono incontrati nel villaggio di Panmunjom, nella zona smilitarizzata al confine tra le due Coree per discutere del rimpatrio dei resti dei soldati americani morti nella guerra di Corea (1950-1953).

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

07 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE