Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Prova di maturità

· Dalla Francia nuovi inviti dell’episcopato al dialogo con l’islam ·

«Dobbiamo mantenere il sangue freddo. Ciò non significa chiudere gli occhi ma nemmeno lasciarci sopraffare da timori incontrollati che potrebbero portarci a mancare di rispetto nei confronti di qualcuno, chiunque esso sia. Guardiamoci da queste generalizzazioni che imprigionano gli altri nelle nostre paure, nella nostra ignoranza, nella nostra sufficienza, nelle nostre pretese». In un Messaggio ai cristiani cattolici dell’Oise e agli altri credenti, il vescovo di Beauvais, Noyon e Senlis, Jacques Benoit-Gonnin, invita a «non uccidere la violenza con la violenza», a non far emergere e amplificare «paure più o meno nascoste, l’inquietudine, parole ostili e altri comportamenti xenofobi». Il riferimento è ai sentimenti negativi che possono accompagnare gli avvenimenti drammatici nel Vicino oriente, la barbarie di alcuni omicidi, la pretesa dei responsabili di agire in nome dell’islam, della volontà di Dio, contro l’occidente, contro il mondo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE