Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Primo accordo sull’Ucraina

· Cautela di Obama ·

Manifestazione filo-ucraina a Donetsk (Epa)

Russia e Ucraina, con la mediazione di Stati Uniti e Unione europea, hanno raggiunto un rapido e sorprendente accordo ieri a Ginevra, volto a disinnescare la peggior crisi tra est e ovest dai tempi della guerra fredda. Per ora è solo una speranza di svolta, come ha ammonito con estrema cautela Barack Obama, ribadendo che l’opzione militare non è sul tappeto, ma anche che gli Stati Uniti continuano a coordinarsi con gli alleati europei e a preparare eventuali ulteriori sanzioni contro la Russia se le intese non dovessero trovare attuazione concreta. E, malgrado l’accordo, rimane alta la tensione nell’est dell’Ucraina, in particolare a Donetsk e a Slaviansk dove anche oggi si sono avuti scontri armati.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE