Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Prevenzione degli abusi
e cultura dell’incontro

· I lavori della plenaria dei vescovi argentini ·

Pilar, 6. La creazione del Consiglio pastorale per la protezione dei minori e degli adulti vulnerabili, l’organizzazione di una giornata di formazione per i vescovi, la redazione di sussidi, dedicati a presbiteri e seminaristi, che affrontino il tema degli abusi sessuali di cui si rendano responsabili rappresentanti del clero: si è soffermata soprattutto su questo delicato problema l’assemblea plenaria della Conferenza episcopale argentina che conclude oggi i suoi lavori a Pilar, vicino a Buenos Aires. 

Misure concrete, come appunto l’istituzione di un consiglio pastorale ad hoc, direttamente dipendente dalla Commissione permanente, o l’obbligo per sacerdoti e religiosi di disporre di una dichiarazione nella quale si spiega che non esistono impedimenti a lavorare con minori e adulti vulnerabili, circostanza che il superiore competente dovrà confermare in ogni nuova destinazione pastorale o trasferimento.
È stato inoltre annunciato un dossier sui casi di sacerdoti e consacrati finiti sotto processo e che, dal 2001 a oggi, hanno subito sanzioni dalla giustizia ordinaria o da quella canonica.

«La risposta preventiva della Chiesa — si legge in una nota — deve sempre essere in termini sistematici, con lo scopo non solo di proteggere le eventuali vittime e neutralizzare i possibili aggressori ma anche evidenziare il ruolo di terzi coinvolti. L’esperienza mostra che l’azione preventiva più importante si ha quando si rompe il silenzio su questo tema delicato, si diffonde un’adeguata informazione e viene formato in modo approfondito il maggior numero di agenti pastorali».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE