Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per prevenire
la radicalizzazione

· ​Sinergia tra Governo e Consiglio francese del culto musulmano ·

Un “libro bianco” che raccoglie proposte concrete delle principali federazioni musulmane del Paese e della cappellania nazionale delle carceri: lo ha presentato lunedì scorso — riferisce il quotidiano «La Croix» — il Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm) durante la seconda riunione dell’istanza di dialogo con le associazioni islamiche, organismo creato l’anno scorso dal Governo.

All’incontro, dedicato alla prevenzione della radicalizzazione, ha partecipato il primo ministro Manuel Valls, il quale non ha nascosto la gravità della minaccia ancora incombente sul territorio della Repubblica. Valls ha parlato di «urgenza», di «inquietudine», e ha sollecitato esplicitamente l’aiuto dei rappresentanti musulmani sottolineando la loro «maggiore responsabilità» in questa «lotta senza tregua». Pressati dalle istituzioni pubbliche dopo i tragici attentati del 13 novembre 2015 a Parigi, e messi in crisi essi stessi nelle loro moschee da giovani fondamentalisti che ne contestano l’autorità, gli imam sanno che devono agire affinché testi e discorsi da loro pronunciati nei luoghi di culto non vengano male interpretati o possano servire agli estremisti per giustificare, da un punto di vista religioso, le proprie azioni. Le proposte, contenute nel “libro bianco”, prevedono fra l’altro un rafforzamento della formazione degli imam attraverso la condivisione dei percorsi esistenti (sui quali ogni federazione vigila con scrupolosa cura), la creazione di un consiglio religioso per elaborare un “contro-discorso” e permettere un “rinnovamento del pensiero”, e ancora lo sviluppo della mistica dell’islam (il sufismo).

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2018

NOTIZIE CORRELATE