Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Preti della gente
e per la gente

· Al seminario regionale sardo ·

Sandro Chia, «Il buon pastore»

«Le odierne povertà materiali e spirituali rendono ancora più importante quello che sempre è stato richiesto, cioè che i pastori siano attenti ai poveri, capaci di stare con loro, con uno stile di vita semplice». È quanto ha raccomandato il Papa ai futuri sacerdoti che si preparano nel Pontificio seminario regionale di Sardegna. Ricevendoli in udienza sabato mattina, 17 febbraio, nella Sala Clementina, Francesco li ha esortati «a diventare preti della gente e per la gente, non dominatori del gregge a voi affidato, ma servitori». Per il Pontefice «c’è tanto bisogno di uomini di Dio che guardino all’essenziale, che conducano una vita sobria e trasparente» e siano capaci di guardare in avanti «secondo la sana tradizione della Chiesa». Da qui l’invito a fare del seminario una scuola «di fedeltà totale a Cristo, alla sua Chiesa» e alla «vocazione e missione» sacerdotale.

Il discorso del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE