Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Presidio sanitario in piazza San Pietro

· In occasione della seconda giornata mondiale del povero ·

È già in piena attività in piazza San Pietro il “presidio sanitario solidale” allestito in occasione della seconda giornata mondiale del povero che si celebra domenica 18 novembre. Papa Francesco alle 10 presiederà la messa nella basilica Vaticana. Il Pontefice ha anche invitato a pranzo tremila poveri nell’aula Paolo VI. Un momento di condivisione informale, nella massima semplicità, che si svolgerà contemporaneamente anche nelle mense di molte parrocchie, università, realtà assistenziali e associazioni di volontariato che hanno aderito all’iniziativa promossa dal Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione «per trasmettere la sollecitudine della Chiesa soprattutto verso chi vive ai margini», attraverso «evangelizzazione, preghiera e condivisione».

Segno forte e concreto della giornata mondiale del povero — che ha per tema «Questo povero grida e il Signore lo ascolta» — è proprio il presidio sanitario in piazza San Pietro: si trova sul lato sinistro della piazza, adiacente al Braccio di Carlo Magno. La struttura, aperta lunedì mattina, 12 novembre, sta accogliendo i poveri senza soste, tra le 10 e le 22. L’orario è stato volutamente prolungato per andare incontro alle necessità di persone che spesso, per esigenze proprie e lo stile di vita, preferiscono muoversi durante la notte.

Per garantire un servizio sanitario efficiente sono state assicurate numerose specializzazioni mediche: medicina generale, cardiologia, infettivologia, ginecologia e ostetricia, podologia, dermatologia, reumatologia e oculistica. Oltre al laboratorio delle analisi.

Questa rete sanitaria è resa possibile grazie alla collaborazione tra la fondazione policlinico Agostino Gemelli, l’università di Roma Tor Vergata, il gruppo Bios, la onlus Roma cares, l’azienda ospedaliera San Giovanni Addolorata, la fondazione policlinico Tor Vergata e il corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, oltre alla Direzione di sanità e igiene dello Stato della Città del Vaticano. Il presidio sanitario è stato allestito con il contributo delle Misericordie d’Italia e si avvale della collaborazione delle infermiere volontarie della Croce rossa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE