Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Preoccupazione  per la drammatica situazione in Siria

· Espressa dalla Congregazione per le Chiese Orientali ·

Solidarietà ai Gesuiti in questo momento di incertezza  sulla sorte di padre Paolo Dall’Oglio è stata espressa dalla Congregazione per le Chiese Orientali. Preoccupazione è stata anche manifestata per la  sorte di due vescovi e due sacerdoti rapiti due mesi fa e dei quali non si hanno più notizie. «Il cardinale prefetto, Leonardo Sandri  insieme ai superiori e ai collaboratori della Congregazione per le Chiese Orientali — si legge in un comunicato diffuso nella mattinata di sabato 3 agosto — nel persistere dell’incertezza circa la situazione di padre Paolo Dall’Oglio, S.J., esprime al preposito generale e a tutti i religiosi della Compagnia di Gesù la propria vicinanza nella preghiera. Insieme alle Chiese della Regione, ricorda l’assoluto silenzio che pesa sulla sorte di due vescovi e di due sacerdoti rapiti mesi fa, come quella di tanti altri, siriani e stranieri, nella medesima dolorosa condizione. Supplichiamo il Signore, della tutta Santa Madre di Dio, perché cessi la guerra e sia restituita la pace all’amata Siria e a tutti i popoli del Medio Oriente».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE