Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Premio Razón abierta
della fondazione Ratzinger

Si svolgerà il prossimo 27 settembre in Vaticano, presso la Pontificia Accademia delle Scienze, la prima edizione del Premio Razón abierta, iniziativa nata dalla collaborazione tra l’università Francisco de Vitoria di Madrid e la Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger Benedetto XVI. 

Ragione aperta, “allargata”, un tema caro al teologo Joseph Ratzinger, convinto che il concetto di ragione debba allargarsi per poter comprendere ed esplorare aspetti che vanno oltre la pura realtà empirica e per ottenere una sintesi armoniosa della conoscenza. I saggi pervenuti all’attenzione della giuria internazionale in inglese o in spagnolo sono stati 367, provenienti da 170 università di oltre 30 Paesi. Vari e molto diversi gli ambiti: scienze giuridiche, economiche e sociali; scienze della comunicazione; scienze fisiche, biologiche, ambientali, biomediche e della salute; ingegneria e architettura; scienze umanistiche, filosofia e teologia.

Quattro i lavori vincitori scelti dalla giuria, riunitasi a Madrid il 12 e il 13 luglio scorsi, due nella sezione Ricerca (Darcia Narváez della University of Notre Dame, negli Stati Uniti, e Claudia

E. Vanney e Juan F. Franck della Universidad Austral di Buenos Aires) e due nella sezione Docenza (Michael J. Garanzini, Michael Schuck e Nancy Tuchman della Loyola University di Chicago e Laura Baritz della Keteg Oikonomia Research Institute Foundation di Budapest).

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE