Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Premio musicale per un nuovo Kyrie di musica sacra

Il 17 maggio alle 20, presso la basilica di Santa Maria Ausiliatrice a Roma, saranno premiati i vincitori dell’International competition of sacred music composition Papa Benedetto XVI, giunto alla quinta edizione e dedicato quest’anno alle celebrazioni del settantesimo anniversario della morte di Umberto Giordano (1948-2018). Oltre alle tre partiture finaliste l’Ensemble Papa Benedetto XVI eseguirà Preghiera per coro, violino e organo di Angelo Inglese, la Mensa Regalis di Umberto Giordano e l’Ave Verum Corpus di Mozart, con l’ausilio dello stesso Inglese all’organo e di Rita

Turrisi al violino. Sul podio salirà Antonio Maria Pergolizzi. La giuria, presieduta dalla compositrice cubana Tania Léon, è composta da Inglese, compositore e direttore d’orchestra (direttore artistico e fondatore del concorso) e dai compositori Marcello Panni, Luca Lombardi e Marcello Filotei (redattore del nostro giornale).

Il bando ha richiesto ai partecipanti di comporre un Kyrie per coro a quattro voci e organo ad libitum. Dopo aver analizzato partiture provenienti da ogni parte del mondo, la giuria ha deciso all’unanimità di non assegnare il primo premio. Al secondo

posto si è quindi classificato Jacopo Aliboni, mentre il terzo posto è stato assegnato ex-aequo a Bernardino Zanetti e Paolo Pandolfo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

28 maggio 2018

NOTIZIE CORRELATE