Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In preghiera
per la pace

· A cinque anni dall’incontro nei Giardini vaticani ·

Da Betlemme a Częstochowa, da Caracas a Bujumbura: anche quest’anno — in ricordo dell’invocazione per la pace rivolta l’8 giugno 2014 nei Giardini vaticani da Papa Francesco, dal patriarca ecumenico Bartolomeo e dai presidenti israeliano Shimon Peres e palestinese Abu Mazen — sono molteplici le iniziative per ribadire l’obiettivo di quell’evento per la riconciliazione, in Terra Santa, in Medio Oriente, in tutto il mondo. È stato lo stesso Pontefice, al termine dell’udienza generale di mercoledì scorso, a sottolinearne l’attualità: «Sabato prossimo, 8 giugno, ricorrerà il quinto anniversario dell’incontro, qui in Vaticano, dei presidenti di Israele e di Palestina con me e il patriarca Bartolomeo. Alle ore 13 siamo invitati a dedicare “un minuto per la pace”, di preghiera per i credenti, di riflessione per chi non crede: tutti insieme per un mondo più fraterno. Grazie all’Azione cattolica internazionale che promuove questa iniziativa». I cinque anni trascorsi non rendono meno urgenti, infatti, le ragioni della pace e meno pressante l’appello a invocarne il dono attraverso la preghiera.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE