Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In preghiera
per i migranti

· L’iniziativa dei vescovi in tutte le diocesi americane ·

Washington, 3. Una giornata di preghiera con una particolare attenzione sulla difficile situazione dei rifugiati e dei migranti si terrà negli Stati Uniti il 12 dicembre prossimo, festa della Madonna di Guadalupe. Un modo per mettere in evidenza «le speranze, le paure e le esigenze — sottolineano i vescovi americani — di tutte quelle famiglie venute negli Stati Uniti alla ricerca di una vita migliore».

«Con l’avvicinarsi del Natale, e in particolare la festa della Madonna di Guadalupe — ha spiegato il cardinale Daniel DiNardo, arcivescovo di Galveston-Houston e presidente della Conferenza episcopale degli Stati Uniti — ci viene ricordato che il nostro Salvatore Gesù Cristo non è nato nella comodità della propria casa, ma in una mangiatoia».

Momenti di preghiera e liturgie speciali si terranno in molte diocesi di tutto il paese. È a disposizione on line anche un rosario dal titolo «Unità nella diversità», che comprende le preghiere per i migranti e i rifugiati. «Molte famiglie — ha affermato l’arcivescovo di Los Angeles e vicepresidente della Conferenza episcopale, monsignor José Horacio Gómez — si chiedono quale impatto potrebbero avere le modifiche alla politica sull’immigrazione. Vogliamo che sappiano che la Chiesa è con loro, prega per loro e sta monitorando attivamente gli sviluppi a livello diocesano, statale e nazionale, per fare azione efficace di promozione dei loro diritti».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE