Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Preghiera e digiuno
per la pace

· ​Conclusi gli esercizi spirituali ·

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/february/documents/papa-francesco_20180223_conclusione-esercizi-spirituali.html

«Il nostro Padre celeste ascolta sempre i suoi figli che gridano a Lui nel dolore. Offriamogli oggi una Giornata di preghiera e digiuno per la pace». Con questo tweet postato su @Pontifex nella mattina del 23 febbraio, Francesco ha rilanciato il valore della speciale giornata quaresimale dedicata soprattutto al Sud Sudan, alla Repubblica Democratica del Congo e alla Siria. Tre realtà segnate drammaticamente dalla guerra, alle quali Francesco ha fatto riferimento anche nel saluto pronunciato a conclusione degli esercizi spirituali ad Ariccia. Al termine dell’ultima meditazione tenuta in mattinata dal sacerdote portoghese José Tolentino de Mendonça nella cappella della casa Divin Maestro, il Papa ha ringraziato il predicatore e ha ricordato alcune delle indicazioni suggerite durante le giornate di ritiro. Quindi ha fatto rientro in Vaticano.

Le parole del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE