Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Preghiera del Papa per l’Italia

· l Regina Caeli il ricordo delle vittime dell’attentato di Brindisi e di quelle del terremoto in Emilia Romagna ·

Partecipazione della Chiesa al cammino dei cattolici cinesi e sostegno al movimento per la vita

«Ogni volta che preghiamo la terra si congiunge al Cielo» e così la nostra invocazione «raggiunge Dio stesso». Con le parole pronunciate ieri, domenica 20 maggio, durante il Regina Caeli, è come se Benedetto XVI avesse  voluto motivare il suo invito a pregare  per le vittime  del vile attentato a Brindisi, per le sette persone morte nel terremoto che ha colpito il modenese  e per invocare  il sostegno di   Maria - particolarmente venerata con il titolo di «Aiuto dei cristiani» nel santuario di Sheshan a Shangai - sul cammino dei cattolici cinesi.
Diversi i temi proposti dal Papa nel consueto appuntamento domenicale per la preghiera mariana in piazza San Pietro. A cominciare dal significato della solennità dell'Ascensione, che per i cristiani rappresenta la certezza che la «nostra umanità è portata all'altezza di Dio» e, dunque, la nostra preghiera in Cristo «attraversa i cieli e raggiunge Dio».
In qualche modo legato al silenzio della preghiera e all'ascolto il tema della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, celebratasi proprio domenica. Il Pontefice l'ha ricordata augurandosi che «la comunicazione, in ogni sua forma, serva sempre a instaurare con il prossimo un dialogo autentico».
Il pensiero è andato poi ai cattolici cinesi, con l'auspicio che la Vergine Maria «faccia crescere l'affetto e la partecipazione della Chiesa universale al cammino della Chiesa» locale. Dal Papa anche un incoraggiamento agli aderenti al Movimento per la Vita italiano. E poi il ricordo delle vittime delll'attentato contro gli studenti di una  scuola brindisina. Infine il cordoglio per quanti hanno perso la vita a causa del terremoto che ha sconvolto l'Emilia Romagna.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE