Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Praedicate
evangelium

· Pronta la bozza della nuova costituzione apostolica ·

Praedicate evangelium: è il titolo della bozza della nuova costituzione apostolica della Curia romana che il Consiglio dei cardinali consegnerà a Papa Francesco per «le considerazioni che riterrà opportune, utili e necessarie». Lo ha spiegato Greg Burke, direttore della Sala stampa della Santa Sede, nell’incontro con i giornalisti, mercoledì mattina 13 giugno, a conclusione della venticinquesima riunione dell’organismo.

Gran parte dei lavori del Consiglio è stata dedicata proprio all’esame della bozza della nuova costituzione apostolica. I cardinali hanno anche considerato come, secondo un principio di gradualità dal Papa altre volte richiamato, varie parti della riforma della Curia in atto siano già state attuate nei cinque anni di lavoro. A questo proposito, ai giornalisti presenti in sala stampa è stato distribuito un elaborato a cura del Consiglio stesso dal titolo significativo: Il processo di riforma della Curia romana. 13 aprile 2013 - 10 aprile 2018. Nel testo si trovano elencate le tappe più significative di questi ultimi cinque anni, da quando cioè, il 13 aprile 2013, venne costituito il Consiglio dei cardinali per consigliare il Papa riguardo al governo della Chiesa universale e ad altri temi relativi, con il compito specifico di proporre la revisione della costituzione apostolica Pastor bonus.

Alla riunione, che si era aperta lunedì 11, hanno partecipato tutti i membri dell’organismo, fatta eccezione per il cardinale Pell. Il Papa è stato presente ai lavori, tranne mercoledì mattina perché impegnato con l’udienza generale in piazza San Pietro. Le sessioni si sono svolte al mattino, dalle 9 alle 12, e nel pomeriggio, dalle 16 alle 19. È stato ascoltato anche monsignor Brian Ferme, segretario del Consiglio per l’economia, che ha presentato la riforma della struttura finanziario-organizzativa della Santa Sede e del Governatorato. Inoltre, monsignor Ferme ha illustrato gli obiettivi e i principi fondamentali, tra i quali evitare gli sprechi, favorire la trasparenza, assicurare la corretta applicazione dei principi contabili, seguire il principio di doppio controllo e gli standard internazionali. Il prelato ha poi sottolineato alcuni risultati positivi: una procedura uniforme per la preparazione dei bilanci preventivi e consuntivi; una maggiore attenzione alle spese; una maggiore cooperazione e comprensione della riforma finanziaria; un graduale cambiamento di mentalità circa la trasparenza e l’accountability. Infine, il cardinale Sean Patrick O’Malley, ha aggiornato sul lavoro della Pontificia commissione per la tutela dei minori.

La prossima riunione del Consiglio dei cardinali si svolgerà nei giorni 10, 11 e 12 settembre.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2018

NOTIZIE CORRELATE