Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Politiche globali
oltre l’emergenza

· ​Intervento di padre Czerny al forum di Berlino su migrazione e sviluppo ·

Lo sviluppo di politiche globali che rafforzino i legami di solidarietà tra i migranti e i Paesi di origine e destinazione è stato auspicato dalla Santa Sede al decimo forum mondiale su migrazione e sviluppo (Global forum on migration and development, Gfmd).

Svoltosi a Berlino, dal 28 al 30 giugno, sul tema «Verso un contratto sociale globale su migrazione e sviluppo», il Gfmd è un processo volontario di consultazione nel quale gli Stati scambiano buone pratiche nell’ambito delle questioni tra loro correlate delle migrazioni e dello sviluppo, con l’obiettivo di rafforzare il dialogo e la cooperazione internazionale, al fine di raggiungere risultati concreti attraverso strategie di azione tangibili.

Il forum 2017-2018 è co-presieduto da Germania e Marocco, e l’incontro di quest’anno è stato articolato in tre sottotemi collegati con quello principale: strategie nazionali per rafforzare l’efficacia delle politiche interne; partnership multilaterali e bilaterali per creare prospettive per uno sviluppo inclusivo; trovare strategie alternative a quelle statali.

La Santa Sede è stata rappresentata ai lavori nella capitale tedesca dal sottosegretario della sezione migranti e rifugiati all’interno del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, Michael Czerny. Il gesuita ha preso parte alle due tavole rotonde dedicate al secondo sottotema, con altrettante relazioni, rispettivamente su: «Oltre le emergenze, creare soluzioni di sviluppo per il mutuo beneficio degli sfollati e delle comunità di destinazione e di origine» e «Promuovere l’impatto di sviluppo dei migranti che fanno ritorno».  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE