Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Più valori
per la Nigeria

· ​I vescovi a sostegno delle scuole cattoliche ·

«Occorre fare una revisione del sistema educativo e sanitario della Nigeria, per restaurare l’integrità sociale e politica di tutto il Paese»: a sottolinearlo, nei giorni scorsi, è stato monsignor Jude Ayodeji Arogundade, vescovo di Ondo, presiedendo la messa per l’avvio delle celebrazioni del centenario dell’arrivo dei primi missionari. 

Il presule, in particolare, ha puntato il dito contro la scarsa educazione morale nel settore dell’educazione pubblica, evidenziando, al contrario, come le scuole cattoliche rappresentino ancora «i canali più vitali per la formazione della popolazione».

Di qui — riferisce Radio Vaticana — il richiamo di monsignor Arogundade “all’immenso contributo” che la Chiesa cattolica ha dato e continua a dare «allo sviluppo religioso, pastorale e sociale della Nigeria». Poi, riguardo al centenario, il presule ha lodato l’impegno dei primi missionari che hanno portato la fede nella regione e ha ringraziato i fedeli per aver contribuito, con generosità, al radicamento del cattolicesimo nel Paese. «Tuttavia — ha aggiunto il vescovo di Ondo — non bisogna riposarsi sugli allori, perché il messaggio evangelico di Cristo deve raggiungere ancora molti luoghi della diocesi e di tutta la Nigeria».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE