Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Più aiuti internazionali
per l’emergenza immigrazione

· Il segretario alla Difesa Carter annuncia sostegno alle operazioni da parte dell’Alleanza atlantica ·

Migranti e rifugiati durante la distribuzione degli aiuti nel porto del Pireo (Afp)

La Nato è pronta a sostenere e partecipare alle operazioni navali nel Mare Egeo per rispondere alle richiesta di Turchia, Grecia e Germania di un intervento nella gestione dell’emergenza migranti: lo ha annunciato oggi il segretario alla Difesa statunitense, Ashton Carter, al termine della sessione della ministeriale dell’Alleanza atlantica dedicata al tema. «Ci sono vite in gioco» ha detto Carter. L’operazione avrà l’obiettivo di smantellare la rete di trafficanti che «sfrutta i migranti ed i rifugiati. La proposta del coinvolgimento della Nato nella gestione della crisi era stata avanzata dal presidente Obama nei giorni scorsi. E ieri la Commissione Ue ha chiesto più impegno agli Stati membri nella gestione dell’emergenza immigrazione: vanno attuati a breve gli impegni concordati sulla ridistribuzione e sui rimpatri dei rifugiati e dei migranti, così come rafforzate le misure di controllo, registrazione, sicurezza e assistenza. La richiesta è contenuta nel rapporto presentato ieri dalla Commissione sullo stato di attuazione delle politiche di gestione dell’emergenza migranti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE