Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Pista cinese alla pace in Siria

· Pechino si offre di ospitare negoziati per porre fine alla crisi ·

La Cina offre una mediazione nella crisi siriana. Pechino ha detto ieri di essere disposta a ospitare i rappresentanti del Governo siriano e dell’opposizione per svolgere negoziati che offrano una «soluzione politica» al conflitto iniziato ormai cinque anni fa. 

l presidente cinese Xi Jinping nel corso di una cerimonia ufficiale a Pechino (Ap)

È la prima volta che la Repubblica popolare interviene in maniera diretta nelle trattative. Un portavoce del ministero degli Esteri ha spiegato ieri che il titolare del dicastero, Wang Yi, ha fatto pubblicamente l’offerta sabato scorso a New York, dopo aver partecipato al Consiglio di Sicurezza dell’Onu dedicato proprio alla Siria. «Il Governo inviterà i rappresentanti dell’Esecutivo siriano e dell’opposizione a visitare la Cina come per cercare un’uscita politica al conflitto» ha dichiarato la fonte, senza precisare se questi negoziati siano quelli previsti nell’accordo approvato dal Consiglio di sicurezza dell’Onu venerdì scorso. Secondo il portavoce cinese, inoltre, l’incontro tra l’Esecutivo siriano e gli oppositori avverrà «presto» e il Governo di Pechino informerà «a tempo debito» sull’esito della riunione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE