Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Casa di Dio tra le case degli uomini

· Per il millennio della cattedrale il cardinale Poupard inviato papale a Strasburgo ·

La cattedrale è un segno visibile del mistero della Chiesa che, nella sua natura profonda, è tutto interiore. Lo ha ricordato il presidente emerito del Pontificio Consiglio della cultura, il cardinale Paul Poupard, inviato speciale di Papa Francesco alla celebrazione del millenario delle fondamenta della cattedrale di Strasburgo, svoltasi sabato 15 agosto.

Nella sua omelia il porporato ha sottolineato come la monumentalità «senza timidezza» della cattedrale esprime «a meraviglia la vasta dimensione dell’ospitalità che ci offre». Essa infatti «richiama, attira, orienta verso il mistero centrale, tutto d’interiorità», dove l’infinito di Dio «si manifesta nella piccolezza della sua vicinanza incarnata, l’Emanuele, Dio fatto uomo nel grembo della Vergine Maria, con noi e per noi». La cattedrale è «dimora di Dio e dimora del popolo di Dio»; e in quanto tale è «la casa di Dio in mezzo alle case degli uomini e, allo stesso tempo, la casa degli uomini riuniti per accogliere il dono del Dio dell’amore incarnato in Cristo e diffuso nello Spirito». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE