Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Piccoli Gandhi crescono

· La Giornata mondiale della non violenza ·

La non violenza «non è inerte o passiva», praticarla rappresenta un’opposizione risoluta all’ingiustizia, alla discriminazione e alla brutalità e la richiesta di rispetto delle diversità e dei diritti umani fondamentali. Lo sostiene il Segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, nel suo messaggio per la Giornata mondiale della non violenza, celebrata in tutto il mondo ieri, per l’anniversario della nascita, il 2 ottobre 1869, del Mahatma Gandhi, che fu il primo leader mondiale, poi imitato da molti, a scegliere appunto la non violenza come strumento di lotta politica.

La Giornata, che si celebra ogni anno dal 2007, ha visto in questa occasione l’India guardare al suo futuro con un simbolico omaggio proprio a Gandhi, reso da bambini che ne hanno vestito gli abiti e rappresentato la figura. Nel messaggio per la Giornata di quest’anno, Ban Ki-mon afferma, tra l’altro, che l’educazione alla non violenza ha una significativa capacità di contagio e di diffusione. Il Segretario dell’Onu ricorda che povertà e discriminazione sono le principali violenze nel mondo e che rappresentano «terreno fertile di violenza e di crimine».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE