Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In piazza l’Indonesia che vuole pace

· Migliaia di persone contro l’estremismo ·

Ribadire pacificamente i principi di tolleranza, amore, unità nella diversità, accoglienza dell’altro, legalità, pace: con questo spirito, indossando fasce rosse e bianche (colori nazionali dell’Indonesia) milioni di cittadini, fedeli appartenenti a tutte le comunità religiose, hanno simbolicamente condiviso, mercoledì, una grande «preghiera per l’unità», e sono scesi in piazza in diverse città per lanciare un messaggio di pace. L’iniziativa è giunta due giorni prima della nuova manifestazione, indetta per oggi, venerdì, da gruppi radicali islamici, che chiedono al Governo e alla magistratura di arrestare il governatore cristiano di Jakarta, Basuki Tjahaja Purnama, accusato di blasfemia. Attivisti, leader religiosi, funzionari pubblici, studenti e rappresentanti della comunità cristiana — riferisce Fides — si sono uniti alla manifestazione caratterizzata da preghiere, canti e discorsi, tutti incentrati sul tema «unità nella diversità» e sull’urgenza di costruire la pace e il bene del paese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE