Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Piano di azione
contro Zika

· Vertice straordinario del Mercosur ·

A conclusione, ieri a Montevideo (capitale dell’Uruguay), del vertice straordinario del Mercosur sull’emergenza Zika, i ministri della Sanità di quattordici Paesi dell’America latina hanno elaborato un piano di azione congiunto per fronteggiare il virus. 

Al summit hanno partecipato anche i rappresentanti dell’Organizzazione panamericana della Sanità. Zika è un virus molto grave che genera malformazioni fetali (microcefalia) nelle donne incinte. Nel documento finale del vertice — diviso in sedici capitoli — i ministri considerano fondamentali sia i meccanismi di comunicazione sull’emergenza, per potere dare un’informazione precisa e rigorosa nella lotta al virus, sia i comportamenti delle popolazioni. Nel ricordare, inoltre, l’importanza delle campagne di prevenzione attivate in numerosi Paesi della regione (dal Messico, alla Colombia, all’Argentina), il piano per contrastare Zika (ma anche dengue e chikungunya, le altre due malattie provocate dalle zanzare del genere Aedes Aegepty) sottolinea aspetti quali lo sviluppo di studi interdisciplinari sul virus e di protocolli congiunti per la cura delle malattie, oltre allo scambio di dati e informazioni tra le autorità sanitarie dei diversi Paesi. «Ciò che preoccupa di più è la rapidità con la quale si è diffuso il virus, infezione che ha raggiunto in meno di un anno ventisei Nazioni» ha ricordato l’Organizzazione panamericana per la Sanità.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE