Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Perseverare nella lotta
contro la pedofilia

· Messaggio del Papa ai vescovi francesi ·

«In un contesto reso difficile, a causa soprattutto degli errori gravi commessi da alcuni membri della Chiesa, il Santo Padre vi incoraggia a perseverare nella vostra lotta contro la pedofilia, senza mai dimenticare di riconoscere e sostenere l’umile fedeltà al vissuto quotidiano, con la grazia di Dio, di tanti sacerdoti, religiosi e religiose, consacrati e fedeli laici». In occasione dell’assemblea plenaria della Conferenza episcopale francese, riunita a Lourdes dal 3 all’8 novembre, Papa Francesco ha fatto giungere — attraverso un messaggio a firma del segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin — la sua preghiera e la sua vicinanza spirituale. Nel primo giorno della plenaria si è svolto un incontro fra i vescovi e sette vittime di abusi da parte di membri della Chiesa, nel tentativo di lavorare insieme alla soluzione del grave problema. «Che l’accoglienza e l’ascolto delle vittime le cui ferite non conosceranno mai “prescrizione”», scrive il Pontefice, «possano rafforzare la vostra determinazione nella messa in atto della tolleranza zero e il vostro lavoro affinché “ciascun battezzato si senta coinvolto nella trasformazione ecclesiale e sociale di cui tanto abbiamo bisogno” (Lettera al popolo di Dio)».

Francesco inoltre ringrazia «per tutto ciò che la Chiesa in Francia ha già compiuto al servizio dell’accompagnamento e dell’evangelizzazione dei giovani, in particolare nell’insegnamento cattolico». In questo slancio, invita a «invocare fortemente lo Spirito santo affinché i lavori del recente sinodo contribuiscano, in Francia e nel mondo, ad aprire «strade nuove in sintonia con le aspettative [dei giovani] e con la ricerca di spiritualità profonda e di un senso di appartenenza più concreto» (Evangelii gaudium, 105). Infine il Papa incoraggia l’episcopato a promuovere una cultura dell’incontro nella società francese, riconoscendo soprattutto «quelle pietre angolari che possono contribuire a far scaturire l’acqua viva di Gesù Cristo nel cuore dei nostri contemporanei che continuano a cercare la risposta alla domanda sul senso della vita».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE