Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per la festa di san Giuseppe

Nella festa di san Giuseppe, onomastico del Papa, come ogni anno «L'Osservatore Romano», sicuro di interpretare tutti i suoi lettori, si unisce a quanti — e sono tantissimi, nella Chiesa cattolica e al di fuori dei suoi confini visibili — sono vicini con affetto e simpatia a Benedetto XVI, e a chi prega per lui l'unico Signore, come al giornale quotidianamente siamo soliti fare all'Angelus con le parole semplici e solenni dell' Oremus pro pontifice nostro . Non è un caso che il nome di battesimo del Papa sia quello dell'uomo giusto e umile che custodì la piccola famiglia vissuta nel villaggio di Nazaret, del santo caro alla devozione cristiana che Pio IX volle proclamare patrono della Chiesa universale. Come ogni nome, anche quello di Benedetto XVI racchiude in sé un disegno provvidenziale, che esprime il senso di una testimonianza e di un servizio insostituibili alla Chiesa e alla famiglia umana.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE