Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per il bene dei bambini di Gaza

· Allarme del patriarcato di Gerusalemme dei Latini sul rischio chiusura delle scuole cristiane ·

Fra tre mesi le cinque scuole cristiane della Striscia di Gaza rischiano di non poter più riaprire i battenti.  Una recente normativa dell’autorità palestinese, infatti, intende introdurre da settembre, cioè a partire dal prossimo anno scolastico, aule e spazi separati tra ragazzi e ragazze. Così le cinque scuole cristiane, di cui tre cattoliche, sono sotto minaccia di chiusura. Il Patriarca  di Gerusalemme dei Latini,  Fouad Twal — secondo quanto reso noto dal sito in rete del patriarcato — deplora questa prospettiva e manifesta l’intenzione di incontrare i principali leader, tra cui il ministro della Pubblica istruzione, per arrivare a una «soluzione per il bene degli alunni». Padre Faysal Hijazin, responsabile delle scuole del patriarcato, tramite l’agenzia Fides, ha lanciato un appello alla comunità internazionale: «È giunto il momento che i Parlamenti, le istituzioni educative e tutto il mondo dell’istruzione alzino la voce su quello che potrebbe accadere presto a Gaza, facendosi ascoltare anche dai leader politici palestinesi».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE