Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Reticenza o penne al veleno?

· «Our Sunday Visitor» sul rapporto tra media e Chiesa cattolica ·

Non è mai stato facile il rapporto tra la Chiesa cattolica e i mezzi di comunicazione. Lo scrive Gabriele Nicolò aggiungendo che forti tensioni tra le due parti si registrarono già in occasione del concilio Vaticano primo, la cui apertura fu indetta da Pio IX nel 1868.

Tom Ficcanaso, personaggio creato nel 1957 dal fumettista italiano Benito Jacovitti

E anche ai giorni nostri la situazione non sembra essere mutata. E se al tema è stato dedicato, nel novembre del 2011, un convegno in Vaticano — divenuto poi un libro, Il filo interrotto. Le difficili relazioni fra il Vaticano e la stampa internazionale, (Milano, Mondadori, 2012) — sul perché di questa costante si è interrogato, nei giorni scorsi, il settimanale statunitense «Our Sunday Visitor». È l'ulteriore conferma della sempre vigile attenzione del mondo statunitense verso il ruolo e la funzione dei media. Basti pensare al lungo servizio degli arcivescovi presidenti dell’organismo che si occupa delle comunicazioni sociali vaticane — Martin John O’Connor, Edward Louis Heston e John Patrick Foley — tra il 1948 e il 2007.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

08 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE