Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Pellegrini verso la verità

· L’eredità di John Henry Newman negli insegnamenti di Giovanni Paolo II ·

John Henry Newman

Graziano Borgonovo ci racconta come Giovanni Paolo II recepì l'insegnamento e il percorso di vita di John Henry Newman, "in lui davvero un tutt’uno, proprio come in Karol Wojtyła, sì da farne un indubbio testimone da subito da tutti riconosciuto".

"Newman fece fin da giovane l’esperienza che coscienza e verità si appartengono, si sostengono e s’illuminano a vicenda, che l’obbedienza alla coscienza conduce all’obbedienza alla verità. La coscienza, attratta dalla verità, fu per Newman la via verso la conoscenza del Dio vivo. «Poche persone hanno sostenuto i pieni diritti della coscienza come ha fatto lui» scrisse di lui Giovanni Paolo II in una lettera del 18 giugno 1990 indirizzata all’arcivescovo di Birmingham; «Pochi scrittori hanno perorato in modo tanto persuasivo la causa della sua autorità e libertà, eppure egli non ha mai permesso che la minima traccia di soggettività o relativismo inquinasse il suo insegnamento»".

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE