Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Pausa per pregare

· L’iniziativa dei vescovi di Inghilterra e Galles ogni primo venerdì del mese ·

Una breve pausa dal lavoro e dalle occupazioni per ricordare Gesù e il suo amore per l’umanità. Una piccola interruzione, magari preceduta, come promemoria, dal trillo o dalla suoneria del telefonino, per riflettere su ciò che dà senso ai tanti impegni  quotidiani. I vescovi d’Inghilterra e Galles lanciano una nuova proposta in vista dell’ormai imminente Anno della fede. Proposta che si richiama all’antica pratica del primo venerdì del mese e che, sfruttando anche le opportunità fornite dalle nuove tecnologie, s’inserisce nel ricco ventaglio d’iniziative che intendono dare, nell’ottica della nuova evangelizzazione, un marcato spirito missionario alla comunità cattolica  d’Oltremanica. L’invito, dunque, è quello di fermarsi per un momento di pausa alle ore 15 di ogni  primo venerdì del mese per pregare e ringraziare Dio in pubblico, meditando sul sacrificio fatto da Gesù sulla croce per amore di ciascuno.  A promuovere l’iniziativa è  monsignor  Kieran Thomas Conry, vescovo di Arundel and Brighton, responsabile del dipartimento per l’evangelizzazione e la catechesi della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles. La proposta arriva  alla vigilia dell’“Home Mission Sunday”, la domenica dedicata alle missioni all’interno della società, che ricorre il 16 settembre prossimo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE