Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Passo in avanti
verso un mondo senza armi

· Washington annuncia che non produrrà più mine antiuomo ·

Gli Stati Uniti non produrranno più mine antiuomo e non ne acquisteranno altre, nemmeno per sostituire quelle nei depositi: questo l’impegno preso da Washington a Maputo, in Mozambico, in occasione della conferenza per la revisione della Trattato di Ottawa, ovvero la convenzione internazionale per la proibizione dell’uso, stoccaggio, produzione e vendita di mine antiuomo, la cui prima versione risale al 1997. Gli Stati Uniti non hanno mai aderito all’intesa. Tuttavia, secondo quanto annunciato dalla Casa Bianca in una nota, ora l’Amministrazione Obama ha deciso di aprire un cammino che dovrebbe avere quale esito proprio l’adesione. Le mine antiuomo — affermano le Nazioni Unite — ogni anno uccidono tra le 15.000 e le 20.000 persone (la maggior parte civili) in 78 Stati del mondo. Molte sono un retaggio della seconda guerra mondiale. Ma oltre a queste ultime, dal 1960 sono state diffuse in tutto il pianeta 110 milioni di mine.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE