Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Passaggio di testimone

· Papa Francesco ringrazia il cardinale Bertone e dà il benvenuto «in absentia» all’arcivescovo Parolin ·

Il nuovo segretario di Stato prenderà possesso dell’incarico fra alcune settimane

Il ringraziamento al cardinale Tarcisio Bertone, che dopo oltre sette anni lascia l’incarico di segretario di Stato, e il benvenuto “in absentia” all’arcivescovo Pietro Parolin hanno caratterizzato l’incontro presieduto da Papa Francesco nella mattina di martedì 15 ottobre, nella biblioteca della Segreteria di Stato. La breve cerimonia —  programmata fin dal 31 agosto scorso, quando fu resa nota la nomina del nuovo segretario di Stato —  è stata segnata dalla imprevista assenza di monsignor Parolin, che ha dovuto sottoporsi a un piccolo intervento chirurgico, a  motivo del quale prenderà possesso del suo incarico fra alcune settimane. Rivolgendosi al segretario di Stato uscente il Pontefice ne ha voluto rimarcare il «profondo amore» e la «grande generosità» con cui ha svolto il suo servizio alla Chiesa, nel quale ha portato «quella tipica miscela salesiana che unisce un sincero spirito di obbedienza e una grande libertà di iniziativa e di inventiva personale».  Del porporato il Santo Padre ha sottolineato «l’atteggiamento di incondizionata fedeltà e di assoluta lealtà a Pietro, caratteristica distintiva del suo mandato». E lo ha ringraziato anche «per il coraggio e la pazienza con cui ha vissuto le contrarietà che ha dovuto affrontare».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE