Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Partita riaperta
per la Brexit

· Dopo il voto contrario al “no deal” si attende il pronunciamento del parlamento sul rinvio ·

Tutto il processo della Brexit potrebbe essere rimesso in discussione. Escluso il distacco dall’Ue senza un accordo sulle relazioni future — il famigerato “no deal” bocciato ieri sera dalla camera dei comuni con 321 voti a favore e 278 contrari — tante ipotesi tornano a recuperare legittimità e diverse vie appaiono percorribili. A partire dal rinvio: questa sera a Westminster la camera dei comuni si pronuncerà sull’opportunità di chiedere a Bruxelles un posticipo della data della Brexit fissata al momento al 29 marzo. Ma c’è da mettere in conto anche che il premier Theresa May ottenga che si voti per la terza volta sul suo piano, bocciato a gennaio e — in una versione leggermente rivista — respinto martedì scorso. 

La prima breccia alle certezze è arrivata dal premier. May ha parlato di «chiara maggioranza contraria al “no deal”», ma ha anche aggiunto che «l’opzione di una Brexit senza accordo resta lo sbocco naturale in mancanza di un accordo o di un rinvio».

di Fausta Speranza

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE