Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Partecipare
per trasformare

· Messaggio dell’episcopato messicano in vista delle elezioni ·

Domenica 1° luglio in Messico si vota per eleggere il presidente della Repubblica, senatori, deputati federali, nove governatori, più di mille sindaci e gran parte dei deputati locali. In sintesi, verranno rinnovati oltre tremila incarichi pubblici in trenta diversi organismi federativi, chiamando alle urne circa novanta milioni di cittadini. A ricordare questo importante avvenimento per il paese è la Conferenza episcopale che, in un messaggio intitolato Participar para transformar, afferma che «partecipare alla vita civile e politica delle nostre comunità è un obbligo per un cittadino e un cristiano che non possiamo né dobbiamo dimenticare». Infatti, «solo partecipando siamo in grado di trasformare positivamente la nostra nazione, fedelmente alle sue origini e al suo destino storico».

I vescovi si rivolgono in particolare ai cristiani, offrendo elementi utili al discernimento personale e comunitario. E citano Paolo VI e la sua Octogesima adveniens: «Nelle situazioni concrete e tenendo conto delle solidarietà vissute da ciascuno, bisogna riconoscere una legittima varietà di opzioni possibili. Una medesima fede cristiana può condurre a impegni diversi» (50). Ciò significa che «la fede cristiana trascende le proposte politiche concrete e lascia libertà ai fedeli, in modo che scelgano con coscienza, secondo i principi e i valori acquisiti nell’esperienza di fede».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE