Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La Parola di Dio
non va in vacanza

· A Parigi un gruppo di preghiera approfondisce la «Christus vivit» con i giovani rimasti in città ·

Preghiera, condivisione e adorazione non vanno trascurate durante l’estate, e chi rimane in città per motivi di lavoro o per studiare merita di non dover interrompere la propria vita da cristiano nei mesi di luglio e agosto: lo ha capito la Comunità dell’Emmanuel che da quattro anni organizza a Parigi il «Summer Gp» (gruppo di preghiera estivo) per colmare il bisogno di «continuare a nutrirsi dell’amore e della Parola di Dio, anche durante l’estate», come spiega al nostro giornale Angelica Raobelina, responsabile della sezione giovani della comunità carismatica. L’iniziativa consiste nel ritrovarsi ogni giovedì sera per un tempo di preghiera, di lode e di riflessione nella cripta di Saint-Sulpice, una delle chiese più grandi di Parigi. In realtà sono tre gruppi di preghiera dell’Emmanuel (di età fra i 18 e i 25 anni) che nella capitale francese di solito si incontrano a Saint-Sulpice, alla chiesa della Trinité e nel quadro della Scuola di carità e di missione: qui si uniscono per consentire ai giovani cristiani non andati in vacanza di non restare soli.

Quest’anno in media vi partecipano una cinquantina di persone, per lo più membri dell’Emmanuel, ma anche altri ragazzi, che studiano nelle stesse università o che lavorano nelle medesime aziende. «Tutti uniti da una grande sete di Dio», precisa Raobelina.

In questa quarta edizione si è parlato specialmente della recente esortazione apostolica post-sinodale di Papa Francesco ai giovani, Christus vivit.

di Charles de Pechpeyrou

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE