Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Parigi blindata

· Il governo chiede di non partecipare alle manifestazioni annunciate per il fine settimana ·

Il governo francese dispiegherà «mezzi eccezionali», con oltre 89.000 poliziotti e membri delle forze dell’ordine mobilitati per le manifestazioni annunciate per la giornata di domani dai cosiddetti gilet gialli. A Parigi ci saranno 8000 agenti in più del consueto. Oltre alla Tour Eiffel, una decina di musei e teatri parigini rimarranno chiusi e anche molti esercizi commerciali nel centro. Anche nelle manifestazioni sportive, in particolare di calcio, sono state decise sospensioni. Proseguono intanto, con scontri con le forze dell’ordine, le proteste degli studenti in varie città.

«Massima fermezza contro i casseur». Il primo ministro Édouard Philippe ha confermato, parlando in senato, che si prevede anche l’impiego di «una dozzina di mezzi blindati» della gendarmeria nella capitale. In un’intervista sul primo canale televisivo, mandata in diretta nell’ora di massimo ascolto, il primo ministro ha fatto un appello drammatico al paese: «La repubblica è solida, le istituzioni sono forti, difese dalle forze dell’ordine». Ha poi sottolineato che «quando i gilet gialli che devono venire a trattare con il governo ricevono minacce di morte, quando le famiglie di dirigenti dello stato vengono minacciate di morte, quando la gente che ha dato fuoco alla prefettura di Puy-en-Velay gridava agli impiegati “arrostirete come maiali” io dico che questa non è la Francia». Il capo del governo ha ribadito l’appello ai dimostranti perché non vadano a Parigi a manifestare, non per «vietare loro di esprimersi» ma per «evitare che cadano nella trappola dei teppisti», mentre il governo teme nuove gravi violenze. I servizi di sicurezza francesi sono in stato di massima allerta: «Le Figaro» cita una fonte dell’Eliseo che avrebbe detto: «Siamo davanti a un tentativo di colpo di stato». Secondo il quotidiano, i servizi avrebbero intercettato «appelli ad uccidere e ad usare armi da fuoco contro parlamentari, governo e forze dell’ordine».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE