Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Papa Francesco in Terra Santa

· Presentato il programma del viaggio dal 24 al 26 maggio ·

È stato diffuso questa mattina, giovedì 27 marzo, dalla Sala stampa della Santa Sede, il programma del viaggio che Papa Francesco compirà in Terra Santa da sabato 24 a lunedì 26 maggio prossimi, per celebrare il cinquantesimo anniversario dello storico abbraccio tra Paolo VI e il patriarca ecumenico Atenagora a Gerusalemme il 5 gennaio 1964.

La partenza è prevista alle 8.15 del 24 maggio, con arrivo ad Amman, in Giordania, alle 13 locali. La cerimonia di benvenuto avverrà alle 13.45 nel Palazzo reale Al-Husseini, con la visita di cortesia al re e alla regina. Seguirà alle 14.20 l’incontro con le autorità del regno giordano. Alle 16 il Papa celebrerà la messa allo stadio internazionale della capitale. Quindi alle 19 visiterà il sito del battesimo di Gesù a Betania, sulle rive del Giordano. E nella stessa località, nella chiesa latina, incontrerà i rifugiati e i giovani disabili.

La domenica mattina, 25 maggio, il Pontefice partirà in elicottero alla volta di Betlemme, dove arriverà alle 9.30. La cerimonia di benvenuto avverrà nel Palazzo presidenziale, dove incontrerà il presidente dello Stato di Palestina Abu Mazen. Seguirà l’incontro con le altre autorità palestinesi. Alle 11, nella piazza della Mangiatoia, sarà celebrata la messa, seguita dal Regina coeli. Quindi alle 13.30 il Pontefice pranzerà con famiglie palestinesi nel convento francescano Casa Nova di Betlemme. Alle 15 è prevista una visita privata alla grotta della Natività. Subito dopo, nel Phoenix center del campo profughi di Dheisheh, il saluto ai bambini ospiti dei campi di Dheisheh, Aida e Beit Jibrin. Poco prima delle 16 il congedo, con partenza in elicottero per l’aeroporto internazionale Ben Gurion di Tel Aviv. Il Papa arriverà alle 16.30, accolto con la cerimonia di benvenuto in Israele. Alle 17.15 si trasferirà quindi in elicottero a Gerusalemme, dove poco più tardi incontrerà in privato il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, nella delegazione apostolica, per la firma di una dichiarazione congiunta. Alle 19, nella basilica del Santo Sepolcro, l’incontro ecumenico in occasione del cinquantesimo anniversario dello storico abbraccio tra Papa Paolo vi e il patriarca Atenagora. In serata il Pontefice cenerà con i patriarchi e i vescovi presso il Patriarcato latino.

La terza giornata del viaggio, lunedì 26, inizierà con la visita al gran muftì di Gerusalemme nell’edificio del Gran consiglio sulla spianata delle moschee. Seguiranno la visita al Muro occidentale, la deposizione di fiori al Monte Herzl e la visita al memoriale dello Yad Vashem. Alle 10.45 è previsto l’incontro con i due gran rabbini di Israele nel centro Heichal Shlomo, nei pressi della Grande sinagoga, mentre alle 11.45 quello con il presidente israeliano Shimon Peres, nel Palazzo presidenziale. Quindi alle 13, nel Notre Dame Jerusalem Center, l’udienza al primo ministro Benjamin Netanyahu. Nel pomeriggio, alle 15.30, visita privata al patriarca ecumenico Bartolomeo I nell’edificio antistante la chiesa ortodossa sul Monte degli ulivi. Successivamente, nella chiesa del Getsemani, avverrà l’incontro con sacerdoti, religiosi, religiose e seminaristi. Alle 17.20, nella Sala del cenacolo, il Papa celebrerà la messa con gli ordinari di Terra Santa. Al termine della celebrazione si trasferirà in elicottero di nuovo a Tel Aviv, dove alle 20 ci sarà il congedo da Israele e la partenza in aereo per Roma.

Il programma è stato diffuso, praticamente in contemporanea, anche nel corso di una conferenza stampa tenuta al Patriarcato latino di Gerusalemme dal patriarca Fouad Twal.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE