Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Papa in Irlanda

· Per l’incontro delle famiglie ·

Padraig McCaul, «Famiglia sulla spiaggia di Keel»

«La famiglia è icona di Dio: l’alleanza tra un uomo e una donna genera vita e comunione». Il tweet del Papa, reso noto nella tarda mattinata di venerdì 24 agosto, è l’ultimo della serie di messaggi che ogni giorno, sull’account @Pontifex, hanno scandito le giornate del nono incontro mondiale delle famiglie in corso a Dublino. E nella capitale irlandese ormai è tutto pronto per accogliere Francesco, che sabato mattina raggiunge le decine di migliaia di famiglie giunte da tutto il mondo per vivere con loro i momenti conclusivi dell’incontro: la grande festa in programma nella serata al Croke Park Stadium e la celebrazione eucaristica di domenica pomeriggio nel Phoenix Park. «Il tono dominante vuole essere quello della gioia perché, nonostante i pericoli e le crisi che minacciano oggi la famiglia, il Vangelo offre un messaggio di speranza e di gioia» spiega in proposito il cardinale Kevin Joseph Farrell, prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita. «Il nostro compito è di portare la gioia del Vangelo nelle periferie e nella realtà concreta della vita quotidiana delle famiglie, non per condannare, ma per offrire la sfida e la pienezza di una vita vissuta in Cristo e per Cristo» gli fa eco l'arcivescovo di Armagh e presidente della Conferenza episcopale irlandese Eamon Martin. «La mia speranza – aggiunge l'arcivescovo di Dublino, Diarmuid Martin – è che l'incontro dia un nuovo slancio alla cura pastorale delle famiglie, alla rinnovata preparazione e al supporto pastorale per il matrimonio, in particolar modo un rinnovato impegno della Chiesa ad accompagnare coloro che, per varie ragioni, non hanno potuto fare esperienza della gioia del Vangelo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE