Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Pace e giustizia per Siria e Iraq

· Appello dei leader delle Chiese riuniti su invito di Karekin II ·

Un appello affinché si ponga fine al più presto ai combattimenti in Siria e nel vicino Iraq è stato lanciato dai leader religiosi del World Council of Churches e della Mother See of Holy Etchmiadzin and Holy See riuniti nei giorni scorsi a Etchmiadzin, in Armenia, su invito di Sua Santità Karekin ii, Patriarca supremo e Catholicos di tutti gli Armeni.

In un messaggio i leader religiosi hanno sottolineato l’importanza di un immediato cessate il fuoco per la stabilità in Medio oriente. «Ci siamo riuniti», si legge nel testo, «per pregare per la giustizia e la pace. Questo incontro coincide con la celebrazione della Pentecoste, quando lo Spirito Santo discese per dare voce comune ai credenti di ogni lingua. Lo Spirito Santo ci guida a credere che la pace e la giustizia per tutti i popoli non possono essere raggiunti da singole iniziative umanitarie. Attraverso la diakonia e l’assistenza umanitaria — prosegue il testo — le Chiese continuano a testimoniare l’amore incondizionato di Cristo per tutte le persone in Siria. È di grande importanza che le Chiese continuino ad accompagnare coloro che hanno trovato rifugio nei Paesi vicini. Pertanto, incoraggiamo ulteriormente la cooperazione tra le diverse Chiese e gli enti caritativi, sia all'interno della Siria che in altri Paesi. Invitiamo le Chiese che hanno intrapreso il cammino della riconciliazione a continuare ad essere costruttori di ponti, approfondendo il dialogo con le loro sorelle e fratelli musulmani».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE