Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ottimismo sulla riapertura
del negoziato
fra Washington e Pechino
sui dazi

· Effetti positivi sulle Borse ·

La spirale innescata dalla guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina, che la scorsa settimana ha avuto un nuovo picco di tensioni, facendo tremare tutte le Borse mondiali, ha conosciuto ieri una significativa battuta d'arresto.

Centro commerciale a Beijing (Ap)

Dopo i recenti botta e risposta a suon di tariffe tra Pechino e Washington, dal vertice del G7 di Biarritz, in Francia, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha annunciato che la Cina «vuole un accordo». «È una grande notizia», ha infatti commentato il presidente, che ha riferito di due telefonate «molto produttive» di Pechino ai negoziatori americani, durante le quali è stato espresso il desiderio di «tornare al tavolo negoziale». «Ho grande rispetto per il fatto che la Cina abbia chiamato e voglia fare un accordo», ha sostenuto Trump.

«La Cina vuole a tutti i costi un accordo perché è stata pesantemente colpita dai dazi e ha perso tre milioni di posti di lavoro in poco tempo», ha precisato l’inquilino della casa Bianca. Ma qualora gli Stati Uniti decidano di agire con altri dazi, la Cina si è detta pronta ad adottare nuove misure per tutelare la sua economia. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Geng Shuang, aggiungendo l’auspicio che gli Stati Uniti tornino a un «passo di razionalità».

Il presidente francese, Emmanuel Macron, nella conferenza congiunta con Trump al termine del vertice del G7, ha sottolineato la «volontà» espressa chiaramente dell’inquilino della Casa Bianca «di trovare un accordo» con Pechino e ha auspicato che si trovi un'intesa «perché — ha dichiarato ai giornalisti — sarebbe positivo per tutti.» «Ovviamente — ha aggiunto — dovrà essere equilibrato da entrambi le parti per essere positivo per tutto il pianeta». Le parole di Trump sono state accolte come ossigeno dai mercati: sia Wall Street che le Borse europee hanno infatti chiuso in rialzo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE