Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Orrore jihadista

· ​In un video i terroristi dell’Is uccidono a sangue freddo almeno duecento bambini ·

Siriani in fuga dai bombardamenti a Douma (Reuters)

Non sembrano trovare un limite le atrocità compiute in Siria dai terroristi del cosiddetto Stato islamico (Is). Orrore sta suscitando la notizia della diffusione in internet di un video, firmato dai miliziani, nel quale viene ripresa la brutale esecuzione di duecento bambini. I piccoli, ammassati l’uno accanto all’altro, sono uccisi a sangue freddo da scariche di mitra esplose da una dozzina di miliziani. Immagini di minori assassinati dai jihadisti erano già circolate in rete nei mesi scorsi, ma mai con un numero di vittime tanto elevato. Il video è ancora all’esame degli esperti che, per il momento, sembrano dividersi soltanto su alcuni particolari, ma non sulla sua autenticità. Non si conoscono i motivi della strage, forse una rappresaglia o una vendetta. Sembra che il luogo dell’esecuzione sia Raqqa, città nel nord della Siria, ormai considerata il quartier generale dell’Is. È questo soltanto l’ultimo episodio di una lunga catena di atrocità e violenze perpetrate dagli uomini di Al Baghdadi in Siria. Una catena che al momento neanche i bombardamenti della coalizione internazionale a guida statunitense né quelli russi sono riusciti a spezzare. Anzi, nelle ultime settimane i jihadisti sono riusciti addirittura a guadagnare terreno nella Siria centrale, conquistando nuovi centri urbani e villaggi e costringendo migliaia di persone alla fuga. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE