Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Orientamento nuovo

· Nelle relazioni con la Federazione luterana mondiale ·

Con la commemorazione ecumenica comune della Riforma

Il 31 ottobre 2017 il Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani ha pubblicato, insieme alla Federazione luterana mondiale (Flm), un messaggio comune a conclusione dell’anno della commemorazione ecumenica comune della Riforma. In riferimento ai cinquant’anni di dialogo ecumenico ufficiale, cattolici e luterani hanno dato voce, in tale testo, alla profonda gratitudine per i doni spirituali e teologici ricevuti dalla Riforma, doni che hanno commemorato insieme ai loro partner ecumenici a livello mondiale. Essi hanno inoltre chiesto perdono per le loro mancanze e per le ferite che i cristiani hanno arrecato al Corpo del Signore e che si sono inferti reciprocamente negli ultimi cinquecento anni dall’inizio della Riforma a oggi.

Vladimir Sakhnenko,  «Lord’s Supper» (1982)

Il pellegrinaggio compiuto insieme, che è stato contrassegnato dalla preghiera comune, dalla liturgia condivisa e dal dialogo ecumenico, ha permesso di superare i pregiudizi, di intensificare la reciproca comprensione e di pervenire a decisivi consensi teologici. Insieme, cattolici e luterani potevano ricordare un anno di eventi ecumenici significativi, iniziato il 31 ottobre 2016 con un servizio liturgico ecumenico in Svezia, a Lund, che ha visto anche la partecipazione dei loro partner ecumenici. Quel giorno, Papa Francesco e il vescovo Munib A. Younan, l’allora presidente della Flm, hanno firmato una dichiarazione comune con la ferma intenzione di proseguire insieme il cammino ecumenico verso l’unità per la quale il Cristo ha pregato (cfr. Giovanni, 17, 21). Papa Francesco e il vescovo Younan hanno affermato insieme: «Facciamo appello a tutte le parrocchie e comunità luterane e cattoliche, perché siano coraggiose e creative, gioiose e piene di speranza nel loro impegno a continuare la grande avventura che ci aspetta. Piuttosto che i conflitti del passato, il dono divino dell’unità tra di noi guiderà la collaborazione e approfondirà la nostra solidarietà. Stringendoci nella fede a Cristo, pregando insieme, ascoltandoci a vicenda, vivendo l’amore di Cristo nelle nostre relazioni, noi, cattolici e luterani, ci apriamo alla potenza di Dio Uno e Trino. Radicati in Cristo e rendendo a Lui testimonianza, rinnoviamo la nostra determinazione a essere fedeli araldi dell’amore infinito di Dio per tutta l’umanità».

di Matthias Türk

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE