Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Operai del progetto di Dio

· L’attività di Caritas Slovacchia ·

«La Caritas continuerà a rappresentare una garanzia in termini di aiuto alle persone bisognose, sia nel paese che all’estero: è quanto ha dichiarato monsignor Štefan Sečka, vescovo di Spiš e presidente di Caritas Slovacchia, in occasione del novantesimo anniversario di fondazione dell’ente caritativo. Sopravvissuta ai decenni del comunismo, la Caritas è il più grande fornitore non governativo di servizi assistenziali e sociali nel paese: ha al suo attivo dieci uffici diocesani, per un totale di 1566 dipendenti, e collabora con centinaia di volontari.

«Il lavoro caritativo realizzato dalla Chiesa in Slovacchia non è soltanto un progetto umano, è un progetto di Dio al quale noi ci limitiamo a collaborare. La storia di questa istituzione dimostra che è proprio vero. Certo — ha dichiarato al Sir monsignor Sečka — non possiamo proporre una ricetta per ogni sofferenza e ogni necessità, ma la Caritas ha lavorato in modo efficace per alleviare i problemi della gente. Mi capita spesso di sottolineare, non solo con i fedeli, ma con tutti quanti, che il sostegno che ciascuno di noi può offrire non consiste soltanto in un contributo economico, ma anche nell’ascolto, nelle relazioni interpersonali, nel rispondere a livello emotivo. Il mondo contemporaneo è molto veloce, lo stile di vita porta a una diffusa solitudine tra le persone, quindi è fondamentale dedicare molta più attenzione al nostro prossimo a livello personale. I servizi caritativi possono indicare la strada».

Caritas Slovacchia attualmente fornisce vari tipi di servizi a circa ventitremila persone in difficoltà ogni anno. Gestisce duecentonovanta istituti che offrono assistenza sanitaria e servizi sociali soprattutto ad anziani, malati incurabili, persone disabili o senza fissa dimora, madri sole con bambini. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE